Home / Benessere / Sclerosi multipla, autotrapianto cellule staminali blocca la progressione della malattia
Sclerosi multipla, autotrapianto cellule staminali blocca la progressione della malattia
Sclerosi multipla, autotrapianto cellule staminali blocca la progressione della malattia

Sclerosi multipla, autotrapianto cellule staminali blocca la progressione della malattia

La progressione della sclerosi multipla, che è una malattia neurodegenerativa, può essere fermata per lungo tempo procedendo con un autotrapianto di cellule staminali. E’ questa la conclusione alla quale sono giunti con uno studio due ricercatori dell’Imperial college di Londra e dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi di Firenze in accordo con quanto è stato riportato da Ilsecoloxix.it. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Jama neurology, e riguardano i dati emersi dall’analisi di 281 pazienti che, affetti da sclerosi multipla, nel periodo tra il 1995 ed il 2006 sono stati sottoposti ad autotrapianto di cellule staminali presso 15 centri di 13 Paesi del mondo.

Il campione dei pazienti è stato scelto in base al fatto che su di loro la malattia si presentava non solo particolarmente aggressiva, ma anche poco sensibile alle terapie che sono state precedentemente somministrate. Ebbene, nel ricordare che ‘il trapianto è una procedura non scevra da rischi e che per questo va riservata a pazienti selezionati’, i due ricercatori hanno rilevato che il 46% dei pazienti, sui quali è stato effettuato l’autotrapianto cellule staminali, ha manifestato a cinque anni dal trapianto un arresto della progressione della malattia che, lo ricordiamo, è progressiva ed invalidante. Inoltre, per una percentuale minore di pazienti l’autotrapianto di cellule staminali ha addirittura portato ad un miglioramento dei sintomi.

Entro i primi 100 giorni dal trapianto, stando ai dati che sono stati pubblicati sulla rivista specializzata Jama neurology, 8 pazienti sono deceduti a fronte di complicanze fatali dopo l’intervento che tendono ad essere modeste se l’autotrapianto di cellule staminali viene effettuato in una fase precoce della malattia. Stando a quanto messo in risalto da Paolo Muraro dell’Imperial college di Londra, la ricerca effettuata aggiunge un importante dato rispetto a precedenti sperimentazioni contro la sclerosi multipla con autotrapianto di cellule staminali. Ed è quello per cui per il trattamento sull’arresto della progressione della malattia si registra un effetto che  è duraturo.

About Filadelfo Scamporrino

Filadelfo Scamporrino
Web editor esperto in tecnologia e attualità. Amo scrivere e ho scelto Digitalife.it per dare il mio contributo e fornire notizie di qualità.

Check Also

dieta

Diete efficaci per dimagrire in poco tempo

Perdere peso è un obiettivo importantissimo per molte persone. Quando si tratta di perseguirlo, sono …