Home / Attualità / Organizzare un evento sportivo: tutto quello che c’è da sapere
sport

Organizzare un evento sportivo: tutto quello che c’è da sapere

Organizzare un evento di carattere sportivo non è affatto semplice come si potrebbe credere, dal momento che si tratta di un’attività che comporta la considerazione di varie dinamiche. Cerchiamo di capire quali siano le linee guida a cui fare riferimento e anche i requisiti che dovrebbero essere rispettati per fare in modo che tutto vada per il verso giusto.

Spesso e volentieri, l’organizzazione di un simile evento richiede una mole di lavoro e delle competenze per cui diventa molto complicato fare tutto da soli. Se nella propria azienda o associazione non si dispone di risorse adeguate, ecco che inevitabilmente bisogna fare riferimento ad un’agenzia specializzata nell’organizzazione di eventi e di allestimenti per manifestazioni di qualsiasi tipo.

Attenzione alle scadenze

Il primo aspetto da valutare è relativo chiaramente alle tempistiche: un evento sportivo, nella maggior parte dei casi, è una manifestazione che coinvolge diverse persone, tra cui ovviamente gli atleti, gli allenatori, tutto il resto della squadra, ma anche ovviamente il pubblico, nonché lo staff che si occupa dell’organizzazione e del buon funzionamento dell’evento.

Prima di tutto, è fondamentale analizzare a fondo la portata dell’evento stesso: stiamo parlando di un torneo ufficiale oppure di una semplice amichevole, ovvero una gara non competitiva, in cui magari lo scopo è educativo?

Nella maggior parte dei casi, per le manifestazioni di maggiore importanza, la cosa migliore da fare è quella di cominciare a provvedere già dodici mesi prima. In tal modo, si potrà avere un’idea più chiara e precisa sul numero dei partecipanti, si può prenotare l’impianto sportivo trovando una data disponibile, ottenere le varie autorizzazioni e così via. Qualora la competizione abbia carattere solamente amichevole, con molti meno partecipanti, allora che si dovrebbe cominciare lo studio e l’analisi dell’organizzazione dell’evento dai sei fino ai nove mesi prima.

La scelta della location

Un altro aspetto molto importante da valutare è certamente quello di scegliere la location più adeguata per il proprio evento. È fondamentale che la location in questione si trovi in una zona che sia facile da raggiungere per tutti i partecipanti. Ad esempio, se l’intento è quello di organizzare un torneo provinciale, è bene non uscire fuori dai confini di quest’ultima.

A questo punto, si possono fare adeguate riflessioni sull’attività sportiva principale. Bisognerà controllare che la struttura sia adeguata e che rispetti tutte le regole previste dalle normative in tema, come ad esempio la lunghezza e larghezza di un campo di calcio, piuttosto che la profondità delle vasche di una piscina. Successivamente, bisognerà valutare con calma e scrupolosità pure l’attrezzatura degli spogliatoi e che siano presenti in numero sufficiente per le squadre partecipanti.

Un altro elemento da tenere chiaramente in considerazione è legato alla presenza di un parcheggio che possa contare su un numero di posti sufficiente per poter ospitare tutti i partecipanti all’evento, così come i collegamenti con i vari mezzi pubblici. In seguito, sarà arrivato il momento di definire il budget: è importare fare un’analisi dei costi molto precisa, in maniera tale da non tralasciare nemmeno il più piccolo dettaglio, stabilendo le iscrizioni a pagamento per le squadre e, nel caso, il prezzo da far pagare per il biglietto di ingresso ai partecipanti.

About Isan Hydi

Isan Hydi
Scrivo le ultime news del giorno scegliendo quelle che possono aver maggior interesse per i visitatori di Digitalife. Appassionato di tecnologia e web marketing.

Check Also

legal marketing

Legal marketing: quali sono gli errori da non commettere

Il legal marketing è un aspetto che oggi sta acquistando molta importanza nell’ambito del digitale. …