Home / Benessere / Abbinare olio extra vergine al cibo, bocciati 8 italiani su 10 tra errori e false credenze
Abbinare olio extra vergine al cibo, bocciati 8 italiani su 10 tra errori e false credenze
Abbinare olio extra vergine al cibo, bocciati 8 italiani su 10 tra errori e false credenze

Abbinare olio extra vergine al cibo, bocciati 8 italiani su 10 tra errori e false credenze

Citando i risultati di un’indagine, l’Associazione Nazionale Assaggiatori Professionisti Olio di Oliva (Anapoo) ha fatto presente che il il 78% degli italiani ammette di non saper abbinare al cibo l’olio extra vergine di oliva. A questa conclusione, in particolare, si è arrivati dopo uno studio che, in accordo con quanto riportato da Ansa.it, è stato realizzato dall’azienda umbra Casa Coricelli su un campione di circa 2.500 italiani ed un panel rappresentato da ben 80 esperti tra assaggiatori professionisti d’olio e cuochi.

Extra vergine, ogni pietanza vuole il suo olio

In pratica ogni pietanza vuole il suo olio, ma gli italiani fanno l’errore di utilizzare sempre lo stesso con la conseguenza che le qualità del piatto portato a tavola non vengono esaltate. Inoltre, la maggioranza degli italiani, per quel che riguarda il consumo di extra vergine, ritiene che l’olio amaro sia di cattiva qualità quando in realtà vale il contrario. Ed ancora, un altro luogo comune è quello per cui l’olio d’oliva non faccia bene in quanto è troppo grasso quando invece trattasi di un prodotto che non solo è naturale e nutriente, ma anche salutare.

Olio extra vergine, attenzione agli effetti della luce e del calore

Tra gli altri dati interessanti che sono emersi dall’indagine c’è quello per cui il 48% degli italiani non conosce l’effetto negativo che sull’olio ha il calore e la luce. Così come il 65% pensa che l’olio extra vergine si ottenga semplicemente dalla spremitura delle olive quando invece vengono adottati non solo dei processi di filtrazione, ma anche una mescola delle varie tipologie di extra vergine al fine di ottenere il prodotto finito che dalla produzione poi viene destinato alla vendita. Gli chef ricordano inoltre che l’olio extravergine non è un alimento da utilizzare in cucina semplicemente per ungere o per insaporire, ma è in tutto e per tutto un ingrediente.

About Filadelfo Scamporrino

Filadelfo Scamporrino
Web editor esperto in tecnologia e attualità. Amo scrivere e ho scelto Digitalife.it per dare il mio contributo e fornire notizie di qualità.

Check Also

Psicologia

Psicologia e benessere dopo la quarantena

Nei primi mesi del 2020, come ben sappiamo, l’intero mondo è stato investito dalla piaga …