Home / Attualità / Roma, carte d’identità nel sacco dell’immondizia: è giallo a Cinecittà

Roma, carte d’identità nel sacco dell’immondizia: è giallo a Cinecittà

A Cinecittà sollevato un dubbio sulla presenza di un sacchetto dell’immondizia pieno di documenti d’identità abbandonato in bella vista dentro un cassonetto in viale Palmiro Togliatti. Brandelli di documenti con indirizzi leggibili foto ben palesi, insomma una divulgazione illecita di dati sensibili.

Carte d’identità nel sacco dell’immondizia: il racconto dei residenti

Un residente ha raccontato che «Un anziano ha visto il bustone, si è allarmato e ha messo tutto dentro un sacco nero nella speranza che non venisse rubato». Pur essendo brandelli di dati, comunque sia si leggono bene le informazioni personali della gente, che, se finissero nelle mani di malintenzionati, potrebbero ritorcersi contro le persone stesse. Soprattutto gli amanti della truffa avrebbero potuto fare il colpo della vita imbattendosi in questo strano sacco di spazzatura.

I dati sensibili andrebbero tutelati, come spesso ha anche dichiarato il Garante della privacy che invita gli utenti a fare attenzione alle bollette o ai documenti gettati nella spazzatura, materiale prezioso per i truffatori.

Qualcuno ipotizza che potrebbero essere le carte di identità restituite agli operatori del Municipio per rilasciare ai cittadini il nuovo documento elettronico». Ora al di là del motivo, pur se fosse così, sarebbe una vera beffa per coloro che hanno fatto file interminabili per ottenere il proprio documento identità e che ancora oggi stanno attendendo.

L’inchiesta sulle carte d’identità nel sacco dell’immondizia

Il presidente della circoscrizione, Monica Lozzi (M5S) ha detto la sua asserendo che «Il ritrovamento di parti di carte di identità è un fatto grave  si tratta di elementi che andrebbero distrutti in un altro modo e non semplicemente stracciati. Andrò fino in fondo e domani mattina (oggi ndr) convocherò i responsabili del servizio per capire cosa possa essere accaduto».

Comunque, nel pomeriggio di ieri alcuni vigili hanno rimosso dal cassonetto il sacco, al fine di evitare, tra le altre cose, il rischio che qualche truffaldino potesse usare delle informazioni tanto delicate.

 

About Vanessa Prati

Vanessa Prati
Amante del gossip e dell'astrologia, informo i lettori di Digitalife sulle ultime news della giornata seguendo in diretta gli sviluppi per ogni notizia.

Check Also

messico suicidio bambina impiccata

Messico, bambina di 10 anni si suicida per far felice la mamma

Una bambina si è suicidata in Messico, aveva solo 10 anni. Ha scritto un biglietto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.