Home / Attualità / Rigopiano, multa di 4500 euro per aver portato i fiori
rigopiano valanga tragedia

Rigopiano, multa di 4500 euro per aver portato i fiori

Sono passati poco meno di due anni dalla tragedia di Rigopiano. L’hotel di Farindola, frazione di Pescara, venne travolto e distrutto da una slavina causando 29 morti, tra questi Stefano Faniello. Il padre è stato condannato a pagare una multa di 4550 euro perché ha violato i sigilli apposti sull’area per andare a depositare dei fiori.

Condannato a pagare una multa per violazione dei sigilli

Il pm Salvatore Campochiaro ha emesso una sentenza nei confronti di Stefano Faniello, il gip Elio Bongrazio del tribunale di Pescara ha condannato l’uomo al pagamento di una multa di 4550 euro. L’uomo si sarebbe introdotto abusivamente nell’area sottoposta a sequestro nonostante le diffide e gli inviti ad allontanarsi rivolti dagli addetti alla vigilanza. La storia che ha dell’assurdo è stata raccontata dallo stesso Feniello su Facebook che ha contestato la decisione del tribunale perché lui si è recato a Rigopiano per portare i fiori nel luogo dove “hanno ucciso” suo figlio. Feniello afferma di non voler pagare la multa e di essere disposto a trascorrere tre mesi in carcere, aggiungendo che chi non è intervenuto per salvare le 29 vittime di Rigopiano è ancora in libertà, e annuncia l’intenzione di far arrivare il suo messaggio al Ministro Salvini.

Rigopiano, svolta nelle indagini

Un servizio del TgR Abruzzo andato in onda ieri ha evidenziato importanti novità nell’inchiesta. Due mesi dopo la tragedia, i tecnici del RIS hanno analizzato tutte le chiamate partite dal cellulare del cameriere Gabriele D’Angelo che aveva allertato la prefettura di Pescara due ore prima che la valanga travolgesse il complesso turistico del Rigopiano. Come confermano i tabulati sono 9 le chiamate, materiale investigativo interessante. La procura di Pescara ha dunque dato una svolta all’inchiesta che al momento ha 7 indagati tra cui l’ex prefetto Francesco Provolo, accusato di depistaggio e frode in processo penale. Lo spunto investigativo era stato suggerito dai Ris di Roma appena due mesi dopo la tragedia ma è stato solo grazie ai servizi giornalistici che è stato tirato fuori.

About Flavia Montanaro

Avatar
Classe 1985. Curiosa e iperconnessa. Appassionata di anticipazioni tv, attualità e ultime news

Check Also

messico suicidio bambina impiccata

Messico, bambina di 10 anni si suicida per far felice la mamma

Una bambina si è suicidata in Messico, aveva solo 10 anni. Ha scritto un biglietto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.